"Perché dovrei dimostrare che noi contiamo?", Zaha pensa che inginocchiarsi tutte le settimane indossando la patch BLM è "degradante"

0
"Perché dovrei dimostrare che noi contiamo?", Zaha pensa che inginocchiarsi tutte le settimane indossando la patch BLM è "degradante"

Parlando di quello che pensava sul dover inginocchiarsi prima di ogni partita, Wilfried Zaha ha detto al podcast di On The Judy: "Perché devo inginocchiarmi per mostrarti che siamo importanti?"

"Perché devo indossare Black Lives Matter sul retro della mia maglietta per dimostrarti che siamo importanti? Questa è tutta roba degradante".

"Quando la gente vuole costantemente farmi fare discorsi su Black Lives Matter e discorsi razzisti e io sono tipo, non lo faccio solo perché tu possa mettere 'Zaha ha parlato per noi'. Come una scatola di zecche, in pratica".

"Non lo faccio più, perché a meno che le cose non cambino, non verrò a parlare con te solo per il gusto di farlo, come tutte le interviste che ho fatto".

"Tutte queste piattaforme - vedete cosa sta succedendo, vedete persone che fanno conti falsi per abusare costantemente dei neri, ma non lo cambiate.

"Quindi non dirmi di venire a parlare di cose che non cambieranno. Cambialo te. Tutte le cose che state facendo non significano niente."

Tutte le squadre e i giocatori della Premier League si sono inginocchiati in ogni partita dallo scorso giugno come segno di sostegno al movimento Black Lives Matter.

Zaha è stato spesso vittima di abusi razziali durante i suoi anni come giocatore del Crystal Palace e sembra che non sia impressionato da quanto poco la Lega sta facendo per portare un cambiamento reale in termini di sradicare il razzismo dal mondo.

Classifica