Da Pulisic all'eterno Giroud: il miglior XI del Milan della stagione 2023/24 di Tribuna.com

0
10
Da Pulisic all'eterno Giroud: il miglior XI del Milan della stagione 2023/24 di Tribuna.com

La stagione del Milan si è chiusa ufficialmente sabato scorso, con il pareggio per 3-3 ottenuto a San Siro contro la Salernitana. I Rossoneri hanno chiuso al 2° posto in classifica, e sono arrivati ai Quarti di Europa League.

Noi di Tribuna.com abbiamo ipotizzato il miglior XI della stagione 2023-2024, facendo anche un pagellone sui calciatori scelti da inserire nello scacchiere di Stefano Pioli:

Mike Maignan: Non una stagione esaltante, come per il resto della difesa che ha chiuso al 10° posto tra le più battute del campionato. In ogni caso alcune parate sono state decisive, e resta un valore aggiunto della squadra.

Theo Hernandez: Poche partita da 'vero' Theo, ma quando si è acceso ha fatto la differenza. La sua leadership in campo e spogliatoio è fondamentale.

Matteo Gabbia: Arrivato a gennaio per puntellare una difesa martoriata dagli infortuni, è stato senza dubbio uno dei migliori per rendimento nei 6 mesi giocati. Una grande 'scoperta' in vista del prossimo anno.

Fikayo Tomori: Per alcune settimane è stato l'unico centrale di ruolo a disposizione, nella seconda parte dell'anno è calato di rendimento, e ha pagato anche lui qualche infortunio di troppo.

Davide Calabria: Ha alternato buone partite a prestazioni sottotono, in linea con la mediocrità del resto della squadra (purtroppo) nelle partite decisive.

Tijjani Reijnders: Sicuramente uno dei migliori dell'anno per continuità, è arrivato in estate e non ha quasi mai saltato una partita, a dimostrazione di quanto fosse prezioso per gli equilibri in campo.

Yacine Adli: Una bella scoperta rispetto al 'fantasma' dell'anno scorso, anche se ha sbagliato clamorosamente alcune gare. Le qualità ci sono, ha bisogno di spazio e tempo per crescere ancora molto.

Christian Pulisic: Sicuramente la migliore nota stagionale, dato che è arrivato in estate e si è subito imposto in termini di gol, assist e prestazioni.

Ruben Loftus-Cheek: Anche lui ha fatto vedere grandi cose, ma gli infortuni l'hanno rallentato nel momento decisivo della stagione e gli hanno fatto perdere brillantezza. Alcune partite di livello europeo (contro il PSG) sono da sottolineare però.

Rafael Leao: Croce e delizia di questa squadra, quando si accende cambia il Milan e quando non entra in partita è un grosso problema. Non ci sono dubbi che sia il giocatore di maggior talento della squadra, e della Serie A.

Olivier Giroud: Indispensabile, anche a 37 anni compiuti e in scadenza di contratto, per larga parte della stagione. Ha fatto gol, ha sofferto, ha giocato da leader e ha portanto tantissimi punti ai Rossoneri.

AutoreMattia M.FonteTribuna.com
0
10
I Migliori
Più Recenti
Più Vecchi
Milan56
Bella formazione sulla carta. In campo si vedeva un 2 1 7. Tutti in attacco i due centrali in difesa e Calabria a centrocampo.
Risposta
6
Stefano Melega
risposta al commento di Milan56
Disposizione tattica assurda in campo.. cose mai viste quest'anno.. i giocatori c'erano se disposti con bravura e sapienza
Risposta
4
Adesso MILAN (Arturo)
risposta al commento di Milan56
A dir la verità in campo non si vedeva nulla, Solo una gran confusione e scarse ma indispensabili iniziative personali.
Risposta
4
Angelo M. ❤🖤
Un Milan discreto. La squadra migliore fra le inseguitrici. E non certo per la bravura del coach. Quindi il valore assoluto dei giocatori è tra il discreto e il buono. Manca solo un buon manico.
Risposta
3
Ezio Tempra
La squadra non è male ma manca qualcosa di fondamentale uno/ due incontristi a centrocampo per coprire la difesa. Con giocatori così poco inclini a difendere e veloci a ripartire probabilmente dobbiamo dimenticare il pressing a tutto campo meglio pressare nella nostra metà campo facendo densità e pronti a ripartire con le nostre frecce laterali 🤔
Risposta
1