"Il Torino non può essere questo", Juric rivela cosa non è andato e i motivi del suo addio ai granata

1
"Il Torino non può essere questo", Juric rivela cosa non è andato e i motivi del suo addio ai granata

Ivan Juric ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell'ultima gara di campionato tra Atalanta e Torino, in programma al Gewiss Stadium di Bergamo domani alle ore 18. Il tecnico si è soffermato soprattutto sui motivi dell'addio al club di Urbano Cairo.

Consigli a Cairo

"Non gli dico niente. Se vendi, devi essere bravo a comprare giocatori forti e ricostruire, oppure se vuoi tenerli devi mettere altri giocatori e sulla carta diventi più forti. Ma dipende anche se i giocatori vogliono rimanere".

I motivi dell'addio

"Il Toro è un'altra cosa, lo penso anche io. Non può essere questo, è così. Non ho rimpianto, ma tanto orgoglio anche se non si sono incastrate tutte le cose. Magari anche per troppa emotività. Ma si è fatto un lavoro eccezionale per ciò che abbiamo trovato e ciò che lasciamo, ma c'è un enorme disprezzo da parte dei giornali.

E ci vuole un'unione enorme di tutte le parti, questo possiamo dire che è mancata. È un peccato fare due passi avanti e invece vai indietro: qui ognuno mantiene le sue posizioni e ci si scaglia uno contro l'altro, creando negatività. Avremmo visto un Toro diverso con una positività diversa. Sul lavoro, devo dire che è stato eccezionale e oltre l'immaginabile".

L'avventura di Juric sulla panchina del Torino è stata altalenante ma in caso di successo domani potrebbe chiudersi nel miglior modo possibile. Il Toro, infatti, può chiudere al nono posto e in caso di trionfo della Fiorentina in Conference League di qualificherebbe proprio in Conference.

Classifica